Mus musculs (topo comune o domestico) Espandi

Mus musculs (topo comune o domestico)

Nuovo

Il topo domestico, la specie di gran lunga più diffusa del genere Mus

Maggiori dettagli

2,50 €

tasse incl.

Pagamenti Accettati
Pagamenti Accettati
Ti mancano 59,00 € per avere la spedizione gratuita!

Ti ricordiamo che la spedizione è gratuita esclusi i prodotti extrapeso. Per maggiori informazioni clicca qui

Nome scientifico
Mus musculus

Nome comune
Topo comune, topo domestico

Famiglia
Muridae

Caratteristiche
Il pelo corto e lucente, varia individualmente dal brunastro al nero. Esso ricopre interamente il corpo, tranne zampe, orecchie, coda e punta del muso, che sono quasi del tutto glabre e di colore grigio-rosato.
Il corpo del topo si può dividere in tre parti: la testa, dalla forma allungata, contiene la bocca (delimitata da due labbra) e gli organi sensoriali olfattivo, visuale e uditivo: gli occhi sono neri, lucidi e muniti di palpebre. Essendo l'animale di abitudini crepuscolari e notturne, non abbisogna della visione a colori e perciò si suppone che la sua vista sia in bianco e nero o solo leggermente a colori.
Sulla sommità del cranio si trovano le orecchie, che hanno padiglione glabro e membranaceo: il senso dell'udito nei topi è molto sviluppato, infatti essi possono udire frequenze fino ai 100 kHz e forse anche maggiori, quindi ben oltre la soglia degli ultrasuoni. Il topo è in grado di comunicare con i suoi simili sia con suoni udibili all'orecchio umano (squittii), generalmente utilizzati per i richiami a lunghe distanze, sia con richiami ultrasonici, utilizzati nella comunicazione su breve distanza.
Sulla punta del muso si trovano le narici e l'organo di Jacobson, utilizzato dall'animale per individuare i feromoni, secreti dalle ghiandole prepuziali di ambo i sessi e rilasciati anche tramite le lacrime. Sulla punta del muso sono site inoltre le sensibili vibrisse, che hanno funzione tattile e vengono utilizzate dall'animale anche per rendersi conto delle dimensioni degli anfratti nei quali si intrufola.
Il tronco, al quale si attaccano lateralmente due paia di zampe, mentre centralmente si trovano le mammelle e gli orifizi urinari, genitali ed anali. Esso è separato dalla testa da un collo ben distinguibile, nel quale, oltre al timo propriamente detto, si trova una seconda ghiandola con struttura e funzione simili, posta nei pressi della trachea.La coda è lunga all'incirca quanto il tronco e la testa messi assieme: essa è ricoperta di scaglie cornee epidermiche disposte ad anelli, tra le quali si inseriscono alcuni piccoli peli.
Si tratta di animali tendenzialmente onnivori: mangiano perlopiù prodotti di origine vegetale, ma all'occorrenza non disdegnano carne e latticini.
Il topo ricava l'acqua di cui necessita per la maggior parte dal cibo: in ogni caso necessita anch'esso di bere ogni tanto. Per integrare la propria dieta, non esita infine a praticare la coprofagia.
La durata della vita del topo è di 2 o 3 anni in funzione del ceppo.

Alimentazione
Fino al 15°-16° giorno di vita l'alimentazione del piccolo è prevalentemente lattea.
In genere l'alimentazione dei topi come pet è a base di pellettati appositamente formulati, semi (mais, avena, frumento, miglio, orzo e girasole con attenzione a quest’ultimo in quanto carente in calcio e ricco in grassi e colesterolo), e alimenti fioccati.
La dieta può essere variata aggiungendo un pochino di frutta, di verdura, di pane secco o qualche biscotto. Da tener presente che, spesso, il topo è portato a diffidare o rifiutare i cibi nuovi. Il consumo di cibo è in funzione del contenuto energetico e si aggira intorno ai 3-5 grammi al giorno.
Nel topo la coprofagia (l’assunzione delle feci) è un’ulteriore fonte di nutrimento. Il fabbisogno giornaliero d’acqua si aggira intorno ai 3-6 ml al giorno, a cui si può aggiungere cloro o aceto per evitare le proliferazioni batteriche. Sia acqua che cibo devono essere forniti a volontà. L’acqua viene comunemente dispensata attraverso bottiglie in plastica con beccuccio in acciaio mentre il cibo attraverso piccole mangiatoie (di solito in plastica). Sia abbeveratoi che mangiatoie devono essere mantenuti puliti e disinfettati costantemente.

Dimensioni
fino a 20 cm (compresa la coda)

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Mus musculs (topo comune o domestico)

Mus musculs (topo comune o domestico)

Il topo domestico, la specie di gran lunga più diffusa del genere Mus